MECCANICA ONLINE

Il business network per la meccanica italiana

Pubblica il tuo articolo

Un articolo per la tua attività


Meccanica Online è il primo network interamente dedicato alle imprese e ai liberi professionisti del settore meccanico.

Offriamo la possibilità di inserire gratuitamente un articolo descrittivo della tua azienda.

Pubblica il tuo annuncio

Pubblicizza il tuo prodotto, espandi il tuo business


La sezione Annunci rappresenta un'opportunità per espandere il tuo business condividendo progetti, idee e proposte di collaborazione.

Le aziende hanno la possibilità di pubblicare news riguardanti nuove offerte, promozioni, servizi, prodotti, ecc.

Accedi al database

Libero accesso al database di Meccanica Online.


Una volta registrato potrai accedere al database aziende di Meccanica Online.

Nel nostro database sono presenti centinaia di imprese meccaniche e di altri settori, ognuna di esse fornisce dettagli riguardanti servizi e prodotti offerti, informazioni di contatto e articoli descrittivi.

Registra azienda

Effettua il login

Nome azienda:

Password:

Ricordami 

Offerte di lavoro

Foto dalle aziende

       
il 13/12/2010 14:29:08
La meccanica rinvia la ripresa al 2011. Nell'anno in corso ricavi stabili a quota 41 miliardi

Sandro Bonomi anima Guarda con un certo ottimismo al 2011 Sandro Bonomi, presidente di Anima, la Federazione delle Associazioni nazionali dell'industria meccanica varia ed affine.

Domani a Milano presenterà il preconsuntivo per l'anno in corso e le stime per il 2011: «Prevediamo una ripresa della produzione del 3% sostenuta dalla esportazioni che cresceranno del 3,9%» anticipa Bonomi. Il valore della produzione raggiungerà così i 43 miliardi di euro mentre l'export sfiorerà i 22 miliardi. Un ritorno quasi ai livelli precrisi. «Sono in crescita le vendite nei mercati dell'area Bric a cui si aggiungono la Turchia e il Nord Africa» aggiunge.

Il preconsuntivo 2010 della federazione vede, invece, una crescita zero, in linea con i 41,8 miliardi di valore della produzione del 2009. «È stato un anno in chiaro-scuro - continua Bonomi -. Fino ad agosto il mercato era in espansione, con un aumento della produzione del 2,1% mentre le esportazioni aumentavano del 3,1 per cento». Da settembre il clima si è raffreddato, con una flessione degli ordini che ha portato a replicare il risultato dell'anno scorso. Una frenata oltre le attese confermata dall'ultima Indagine rapida del Csc che prevede per il trimestre in corso un calo dell'attività industriale dopo cinque recuperi consecutivi. A rendere più difficoltosa la situazione contribuiscono le oscillazioni dei cambi e i continui rincari delle materie prime. «Soffriamo per l'elevato costo dei materiale provocato dalla persistente speculazione e non riusciamo a trasferire quei rincari sui prezzi di vendita» rimarca il presidente di Anima. Il nuovo anno porterà anche un leggero miglioramento degli investimenti, 943 milioni, che tornano ai livelli del 2009. Nel corso del prossimo anno verranno anche persi un migliaio di posti di lavoro.

Tra i comparti meglio impostati della Federazione ci sono quelli delle tecnologie per l'edilizia, segmento che rappresenta circa un quarto dei ricavi di Anima. Qui sono raggruppati i produttori di valvolame e rubinetteria, impianti termici, impianti e prodotti per le acque primarie civili, macchine edili, grigliati, impianti per la climatizzazione e pompe di calore. «Per il 2011 prevedo un aumento del 5-6% dei ricavi» anticipa Bruno Bellò, presidente della Coaer, l'Associazione costruttori di apparecchiature ed impianti aeraulici, ovvero gli impianti di climatizzazione.

Questa nicchia del made in Italy nel 2010 è riuscita a mantenere le posizioni dell'anno precedente grazie a un buon flusso degli ordini iniziato a maggio-giugno e alimentato da lavori di ristrutturazione che puntano sull'efficienza energetica oltre alle commesse estere. «Si continua a migliorare soprattutto grazie alle esportazioni e il sentiment migliora» continua Bellò. Altri comparti di eccellenza da cui arrivano segnali positivi sono quelli dei componenti e impianti termici, con ricavi 2010 a 2.125 milioni (+4,4% sul 2009) e una produzione 2011 attesa a quasi 2,2 miliardi (+2,8%). Ottimi segnali da rubinetteria e valvolame (+3% e ricavi a 3,75 miliardi nel 2010) con un previsionale 2011 vicino ai 4 miliardi.

Fonte: http://www.ilsole24ore.com/

Files allegati: Sandro Bonomi anima.jpg 
Formato stampa Invia questa news ad un amico Crea un file PDF dalla news


Altre news
25/11/2013 12:20:00 - Evensi, il nuovo social network mondiale degli eventi
2/4/2013 10:10:51 - Motorgallery, la prima Mostra/Scambio di auto e moto d’epoca italiane a Modena
8/11/2012 10:21:40 - La meccanica aiuta l'Italia a resistere
17/10/2012 15:06:33 - La meccanica guarda all'estero
4/5/2012 12:35:16 - “GILLES VILLENEUVE UN UOMO NELLA LEGGENDA”: A Modena la prima grande mostra a 30 anni dalla scomparsa
1/2/2012 12:46:19 - Motorsport Expotech: da domani il mondo del motorismo sportivo si dà appuntamento a Modena
14/10/2011 15:03:04 - MECSPE 2012: innovazione a tutto campo
9/8/2011 13:20:19 - Export e industria, il boom delle micro imprese
9/8/2011 13:19:17 - Ex Sipe, il tecnopolo diventa realtà: via libera al progetto
27/7/2011 14:13:53 - Classifica italiana: le prime 100 aziende del settore macchine utensili